Logo2

Attività

Chiarimenti (FAQ) – Gara Europea per l’affidamento della fornitura di prodotti vendibili in farmacia per conto di Tarquinia Multiservizi

Gara Europea per l’affidamento della fornitura di prodotti vendibili in farmacia per conto di Tarquinia Multiservizi.

ASPETTI GENERALI

D.1 In riferimento alla gara in oggetto, all’art. 2 del Capitolato si legge: ”I fornitori dovranno garantire almeno 2 (due) forniture giornaliere (tutti i giorni feriali e/o anche nelle domeniche e nei giorni festivi infrasettimanali) ciascuno secondo modalità orarie da concordarsi nel rispetto delle esigenze del richiedente”. Anche per i farmaci inseriti nella lista della DPC gli aggiudicatari dovranno garantire 2 consegne giornaliere?

R. Con riferimento al quesito di cui alla vostra pec del 29 giugno u.s., si conferma che tutti i prodotti oggetto della fornitura dovranno essere consegnati secondo le modalità previste dall’art. 2 del capitolato di gara.

D.2 E’ possibile utilizzare un DGUE  editabile e compilarlo integralmente in formato word secondo le vostre indicazioni ?

R. La risposta è positiva. Si è provveduto a pubblicare sul nostro sito il DGUE in formato word (docx).

D.3 Le fidejussioni vanno intestate a Confservizi Lazio via Ostiense 106 Roma o a Tarquinia Multiservizi Srl Via Enrico Berlinguer, 11 – 01016 Tarquinia VT ?

R. Si precisa che la garanzia provvisoria dovrà essere costituita in favore di Confservizi Lazio in qualità di Stazione Appaltante. La garanzia definitiva, al momento della stipula del contratto, dovrà essere costituita in favore di Tarquinia Multiservizi.

D.4 E’ possibile partecipare per entrambi i lotti presentando una busta contenente:

  • Una unica busta amministrativa per entrambi i lotti
  • Una busta economica per il lotto 1
  • Una busta economica per il lotto 2

R. No, non è possibile presentare un’unica busta amministrativa per entrambi i lotti. Per la distinzione e la composizione dei plichi si rinvia al disciplinare di gara, Parte Prima, Capo 1, n. 2.

D.5  Si scrive in merito alla gara di Tarquinia nell’ambito della quale viene previsto il servizio notturno. Tale servizio ha un significativo impatto economico per cui si chiedo gentilmente se si può verificare con le farmacie comunali se tale servizio sia effettivamente necessario.

R. Con riferimento al servizio notturno si rinvia all’art. 2 del Capitolato Speciale.

D.6  Il termine di ritiro dei prodotti erroneamente consegnati da intendersi valido è quello di 60 giorni, come indicato nell’art. 3 del capitolato di gara; si segnala che lo schema di contratto, art. 3, riporta un termine non conforme al capitolato che si intende da rettificare.

R. Si conferma che il termine di ritiro dei prodotti erroneamente consegnati è di 60 giorni come indicato nel Capitolato Speciale.

D.7  La forma giuridica della stazione appaltante è S.r.l. o S.p.A.; si segnala che la documentazione di gara riporta S.r.l mentre lo schema di contratto riporta S.p.A., trattasi di errore materiale?

R. La forma giuridica della Società Tarquinia Multiservizi è S.r.l.

D.8  Relativamente alla consegna notturna da garantire si chiede cortesemente:

– di specificare la periodicità di tale servizio;

– di specificare l’orario di consegna del servizio notturno;

R. Attualmente le farmacie pubbliche di Tarquinia non svolgono il servizio notturno, qualora sorgesse la necessità di effettuare tale servizio le modalità saranno concordate, come da Capitolato,  da Tarquinia Multiservizi con le ditte aggiudicatarie.

D.9 Si chiede gentilmente di indicare l’orario massimo di trasmissione degli ordini per la mattina e per il pomeriggio.

R: L’orario massimo della trasmissione degli ordini, per la mattina, è le 12.30; per il pomeriggio le 19.30. 

D.10 E’ sufficiente registrarsi al portale Avcpass e creare il passOe da inserire nella busta ‘A’ Documentazione oppure occorre inserire sul portale i documenti?

R: L’operatore Economico deve registrarsi e generare il PassOE e inserirlo nella busta amministrativa, come indicato nel disciplinare.

D.11 Nel DGUE è possibile aggiungere allegati opportunamente numerati laddove lo spazio per l’inserimento è insufficiente per un corretto inserimento ad esempio al punto 1b di pagina 14 (principali forniture verso soggetti pubblici e privati)?

R. Sì, è possibile. Gli allegati dovranno essere presentati come autocertificazioni al pari del DGUE.

D.11 Al punto 4 di pagina vengono chiesti degli indici finanziari, non essendo specificata nel bando questa richiesta questa risposta va omessa? In caso contrario quale indice occorre specificare?

R. Si conferma che nel bando non si richiedono gli indici finanziari.

D.12 Essendo un bando per sola fornitura di beni a pagina 15 al punto 7 non va data risposta? In caso contrario si può specificare meglio cosa si intende per misure di gestione ambientale.

D.13 La parte V (pag. 17) non deve essere compilata?

R.(12 e 13) Come indicato nelle linee guida dell’ANAC, inerenti alla compilazione del DGUE, le diverse sezioni vanno compilate se le informazioni contenute sono state espressamente richieste nel bando e nel disciplinare. 

D.14 Si chiede cortesemente cosa s’intende per un grossista il requisito di seguito indicato:

“certificati rilasciati da istituti o servizi ufficiali incaricati del controllo della qualità, di riconosciuta competenza, i quali attestino la conformità di prodotti ben individuati mediante riferimenti a determinate specifiche tecniche o norme”  –  Bando di Gara Sez. III.1.3) art. 86, comma 4 e  di cui all’allegato XVII lellera k)ii , del D.Lgs 50/2016 –

Si può ritenere esaustivo indicare/produrre il certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008?

R. È possibile soddisfare il requisito richiesto mediante la produzione del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008, riferito all’oggetto dell’appalto.

D.15 Si chiede se il capoverso (rif. Disciplinare di gara Capo2 punto 2) sotto indicato si può considerare un refuso o è necessario in questa fase della procedura elencare tutti i soggetti che saranno sottoposti ai controlli antimafia :

“Per  quanto  riguarda  le  ipotesi  (antimafia)  previste  al  comma  2  dell’art.  80  è  necessario  indicare nell’apposito  riquadro del DGUE (Parte III, sez. D) il riferimento ai soggetti previsti dal decreto legislativo n. 159/2011.”

R. Si, è necessario indicare nell’apposito riquadro del DGUE (Parte III, sez. D) il riferimento ai soggetti previsti dal decreto legislativo n. 159/2011, così come indicato dalla linee guida ministeriali n. 3 del 18 luglio 2016 per la compilazione del modello di formulazione del DGUE.

 

>>Torna Su<<

 

Print Friendly